Home > Argomenti vari > Sinfonia di rivolta, festa della purpurea unita.

Sinfonia di rivolta, festa della purpurea unita.

20 Giugno 2007

E forse l’amore è l’unico centro dell’equatore socialista!
Notte brava, adulterata da facce confuse in diritti elitari, prima; disillusa, dopo, con il vociare bieco d’una speranza.
In quel tutto, un bus traghettava fra scrosci di onde metalliche un sorriso pungolato con manifesto stupore. La fissita tentava di permeare quella realtà sonora trincerata sotto il cumulo di sabbia, ialino da tocco rovente.
“Torneremo a scrorrere[..]”

Dissentimento metafisico.
“Conforme a chi? Conforme a cosa? conforme ad ogni strana cosa!”

  1. veneredischiena
    20 Giugno 2007 a 18:34 | #1

    Un’affinita’ elettiva senza sfumature e vivacita’ di colore.
    Tra i fogli,in mezzo al rincorrersi di sospirate parole.
    Li’ trovai affinita’ e senso d’amore .Non altrove.
    Io riusci’ solo ad amarlo cosi’.Lui no.Di piu.
    Spero che questa tragedia gli abbia dato un concetto univoco d’interezza e di pace interiore.
    Io prego per questo.

    (tornero’ a rileggere le tue parole,non è cosa semplice farlo ,figuriamoci di fretta!)

  2. veneredischiena
    25 Giugno 2007 a 14:30 | #2

    Nasce sempre l’esigenza di corrispondenza,di comprensione nella dimensione della conformita’.
    Sia pur nel concetto dell’estraneo e del derivato “strano”,il metafisico pensiero trova ordinaria forma e sostanza.Anche se contusa.
    Discretamente sanguinante all’interno.

  3. lino.bertuzzi
    27 Giugno 2007 a 17:05 | #3

    Caro Alessandro rispondo al tuo commento
    Alessandro (http://modulo66.blog.tiscali.it) [Mercoledi 27 Giugno 2007 ore 13:53:56]
    Comunismo e anarchia cosa c’entrano, sono due ideologie antitetiche.

    Vero, e anche ferocemente nemiche (ai vecchi bruttissimi tempi sono stati fatti fuori dai comunisti più anarchici di quanti ne abbia fatti fuori il nazismo) ma per quanto mi risulta i comunisti e gli anarchici hanno in comune una cosa: il materialismo e l’odio per il sacro e la religione. Vai a vedere alcune fotografie della guerra di Spagna per esempio.
    Hanno anche in comune, come l’hanno con altre ideologìe di tipo fideistico, la prassi della violenza, sebbene nei comunisti sia ipocritamente mascherata da prestesti legalistici.
    Non per niente scrivo “Anarchici Comunisti &C”, con riferimento a tutti coloro che fanno del credo politico una FEDE.
    Forse sbaglio, ma credo che pur essendo lecito e auspicabile pensare quello si vuole, non sia sano assimilare la politica alla FEDE; perchè si può essere smentiti dai fatti.
    Scusa se continuo a tediarti con queste mie considerazioni, magari imprecise ed errate, ma
    le teorie economiche per esempio, pur tenendo conto di poche di tutte le possibili variabili socioeconomiche danno origine a dei fenomeni statisticamente misurabili, anche se sono approssimate per forza di cose.
    Dette teorie, secondo me, non possono essere dunque elevate a dogmi di fede, ma nel loro àmbito danno risultati dimostrabili e possono essere smentite dai fatti, come loè stato e lo è il comunismo per l’appunto. In questi termini desidererei che si attendesse la mia dipartita dal mondo – quando Dio vorrà – prima di tentare ulteriori disastrosi esperimenti nel campo.

I commenti sono chiusi.